Foscarini Caboche: la genesi.

Ispirazione
Ispirazione
Il prodotto
Il prodotto

L’idea di Patricia Urquiola deriva da un bracciale proveniente da un mercato delle pulci. Una moltitudine di gocce di plastica unite da un elastico che nella versione luminosa sono diventate 189 sfere in polimetilmetacrilato assemblate in un’unica forma anulare che ingloba la fonte di luce: una lampada alogena racchiusa tra due elementi in vetro satinato bianco.

In questo video vedrete la genesi e il perfezionamento di una lampada che diventerà un’icona del design.

V/a.g.r.a. di Romolo Stanco

Romolo Stanco (e mai nome fu più geniale per una lampada che si arrapa) usa materiali ad altissima tecnologia per fare una cosa tanto stupida quanto geniale: l’erezione di una lampada. Per di più, una lampada a forma di spermatozoo. E per di più, chiamata V/a.g.r.a. E così accesa è, come dire, vigile, e spenta va in posizione postorgasmica.

Sembra che il design giri tutti intorno a una continua provocazione permeata di humor, e la cosa è diventata piuttosto noiosa. Solo che ogni tanto vengono fuori dei guizzi geniali, e l’humor diventa così dissacrante e depistante da lasciare a bocca aperta anche chi è immerso nel cinismo fino al collo.