Appuntamenti: Lighting management a Ciampino

Rexel, azienda leader nel campo della distribuzione di materiale e servizi per il settore elettrico, organizza con la collaborazione di BTicino Spa l’evento gratuito Lighting management – gestione dell’illuminazione per il risparmio energetico, rivolto a tutti i professionisti operanti nel settore.

Attraverso il Lighting Management si può prevedere negli uffici l’accensione razionalizzata e la regolazione dei livelli, che garantiscono una migliore efficienza energetica e un migliore comfort visivo; nelle strutture pubbliche lo scheduling orario, che evita sprechi d’energia; negli ambienti di passaggio (corridoi, parcheggi interrati, servizi, locali tecnici, scale) la gestione automatica di accensioni e spegnimenti, che determina un eccellente rapporto di efficienza/comfort.

In termini realizzativi il Lighting Management si avvale di un insieme di infrastrutture e dispositivi capaci di gestire la maggior parte delle comuni lampade disponibili sul mercato: tra essi attuatori, dimmer, sensori, comandi, unità di controllo e software per comandi sia locali che centralizzati tramite logiche di programmazione e supervisione con PC.

Le iscrizioni dovranno pervenire entro l’8 luglio 2010 a maria.pagliaretti@rexel.it

Aziende: AV Mazzega


Affondano nella nobile tradizione vetraria veneziana le radici di AVMazzega, fondata nel 1946 da Gianni Bruno Mazzega a Murano, terra di fornaci, di maestri, serventi e serventini che ancora oggi custodiscono gelosamente, tramandandole alle generazioni future, secolari tecniche di lavorazione del vetro lavorato a mano.

Oggi AVMazzega si rinnova sotto la guida del figlio Andrea Mazzega senza tradire le proprie origini, reinterpretando con passione e tenacia l’eredità muranese, invitando designers internazionali dagli eterogenei linguaggi espressivi a confrontarsi con le alchimie di sabbie, ossidi e polveri di questa magica isola di Murano.

Il risultato è una sorprendente proposta di lampade in vetro che si confrontano con la contemporaneità in vibrante equilibrio tra arte ed industria, tradizione e modernità.

La perfetta imperfezione

AVMazzega porta con sé secoli di esperienza ed artigianalità, passione e tenacia nel praticare l’arte del vetro.

Ogni creazione è frutto di un meticoloso lavoro artigianale, dal sapiente gioco di squadra e dalla destrezza dei maestri vetrai che lavorano il vetro rispettando regole di lavorazione che traggono origini nell’isola della laguna.

Alla qualità della tradizione AVMazzega aggiunge l’avanguardia e la ricerca del design collaborando con agenzie molto famose e prestigiose in questo settore (nella foto: Air Can di Mazzega)

Philips: un fascio di nuova luce illumina la cattedrale di Monreale

(giu 2010 philips italia)

Philips Lighting, in collaborazione con Sonepar, ha contribuito alla realizzazione del progetto illuminotecnico della Basilica di Monreale

Inaugurata a Monreale la nuova illuminazione, progettata dall’Ing. Diprima, l’Ing. Pirino, l’Ing. Musca e firmata Philips, degli interni di una delle Cattedrali più conosciute d’Italia: il Duomo di Monreale, in provincia di Palermo.

La Cattedrale, fondata per volere del giovane re siculo-normanno, Guglielmo II d’Altavilla, nel 1172, è dedicata a Santa Maria Nuova. Adagiato sulle pendici del monte Caputo, l’edificio sacro domina la vasta estensione della Conca d’oro, il mare ai suoi piedi e nello stesso tempo anche il capoluogo siciliano.
Uno degli aspetti più scenografici del Duomo di Monreale che lo rendono così noto in Italia e all’estero, è costituito dalla splendida serie di mosaici che ornano gli interni della Cattedrale. Sul fondale dorato sono incastonate le tessere che, a milioni, compongono le scene raffigurate su una superficie di circa 6.500 metri quadrati. I mosaici, eseguiti tra il XII e la metà del XIII secolo da maestranze in parte locali e in parte veneziane, formatesi alla scuola bizantina, raffigurano storie cicliche del Vecchio e del Nuovo Testamento.
Fra gli elementi architettonici degni di nota vi sono anche le absidi, che evocano atmosfere arabeggianti esaltate dalla decorazione policroma creata dall’alternanza di tarsie di calcare e di pietra lavica; le navate, divise da colonne antiche con pulvino e capitelli anch’essi antichi con clipei di divinità che sostengono archi a sesto acuto di tipo arabo; i soffitti a travature scoperte dipinti nelle navate e a stalattiti di tipo arabo nella crociera; e il pavimento, completato nel XVI secolo è musivo, con dischi di porfido e granito e con fasce marmoree intrecciate a linee spezzate.

Il progetto di nuova illuminazione, realizzato dall’Ing. Diprima, l’Ing. Pirino e l’Ing. Musca, nato dalla collaborazione tra Philips Lighting e Sonepar, distributore di materiale e soluzioni del settore elettrico, ha avuto i principali obiettivi di valorizzare al meglio il monumento stesso ma anche di rendere il contesto in cui è inserito ancora più imponente e perfetto.
Dopo un’attenta valutazione degli elementi caratterizzanti questo luogo, infatti, il progetto, che ha interessato gli interni della Basilica, sede dell’Arcivescovado, ha inteso donare un senso ad uno spazio speciale per sottolinearne e arricchirne l’alta qualità simbolica, la valenza liturgica, la sua espressività di fede.

La soluzione illuminotecnica scelta da Philips, rispecchia le funzioni della luce naturale. L’impianto di illuminazione artificiale è stato studiato in modo da tenere conto in primo luogo delle esigenze connesse con la celebrazione liturgica, in secondo luogo delle esigenze di conservazione delle opere e delle necessità dei visitatori e dei turisti.

L’illuminazione di questo speciale luogo di culto ha rappresentato una sfida per l’azienda olandese, leader nel settore dell’illuminazione. La professionalità dei progettisti, unita al know-how tecnologico di Philips, ha saputo rispettare le tre prospettive fondamentali del luogo di culto (simbolica, liturgica, architettonica) decisi a creare un’illuminazione che rispettasse la sacralità degli spazi e ne sottolineasse le valenze simboliche, gli elementi della struttura liturgica e quelli culturali e architettonici.

La realizzazione di Philips, che ha interessato uno delle principali meraviglie architettoniche del mondo medievale, rientra in un più ampio progetto di riqualificazione e di city beautification delle città e degli edifici che compongono il contesto urbano, attraverso la luce, elemento in grado di ispirare, attrarre, definire l’ambiente e valorizzare la percezione degli spazi architettonici.

La luce è per Philips Lighting un elemento essenziale per determinare la qualità di vita delle persone, capace di determinare il modo di vedere e vivere gli oggetti intorno. La luce da vita al mondo stesso. “Crediamo in questo progetto – Aldo Bigatti, Chairman Philips Lighting Italia -, che è di estremo interesse e rilevanza, in termini di valorizzazione sia della cittadina di Monreale, sia di uno fra i più importanti complessi storico-religiosi della regione”. Aldo Bigatti precisa: “L’illuminazione rappresenta una sfida importante per Philips. Per questo, ogni giorno ci impegniamo a cogliere le opportunità più interessanti e semplici. Grazie alla nostra leadership tecnologica, siamo in grado di offrire innovazioni importanti, prodotti e sistemi a risparmio energetico avanzati, progettati sulla base di studi e ricerche minuziose”. Philips ha raccolto la sfida, e di comune accordo con le autorità locali, si è impegnata in un progetto che non solo promuove uno dei monumenti simbolo della Sicilia medioevale, ma al contempo riqualifica il territorio.

Il falso Made in China non riparmia nemmeno la tradizione centenaria della Serenissima

Sequestrati falsi vetri di Murano : undici milioni di pezzi made in China (tgcom – 25 giu)

Maxi sequestro di prodotti in vetro “made in China”, ma fatti passare per preziosi oggetti di Murano da tre società i cui rappresentanti legali sono stati denunciati. Undici milioni gli articoli bloccati dalla Gdf di Venezia. Le aziende sostituivano le etichette del paese asiatico apponendo quelle indicanti “Murano Glass”. I prodotti venivano venduti a prezzi competitivi arrivando a uno sconto fino al 50%, mettendo così in crisi i concorrenti

Nell’indagine sono finite due aziende dell’isola lagunare di Murano ed una terza di Jesolo, in provincia di Venezia. Quest’ultima,a capo di una nota catena di negozi presenti nel Centro Storico di Venezia, acquistava da due società veneziane articoli in vetro importati dalla Repubblica Popolare Cinese con tanto di marchio made in China. La merce, una volta giunta nel magazzino dell’azienda, veniva “lavorata” con la sostituzione delle etichette e poi rivenduta in cinque diversi punti vendita della città.

Presso la sede della società, in alcuni sacchi della spazzatura, i finanzieri hanno scoperto le etichette “made in China” rimosse e hanno sequestrato circa 4 milioni di articoli tra cui bicchieri, murrine, candele in vetro, maschere, crocifissi, collane, ciondoli porta borse e pendenti, e accessori vari.

Il rappresentante della società è stato denunciato per frode in commercio e vendita di prodotti industriali con segni mendaci. Le due aziende di Murano, invece, rivendevano nei propri punti vendita gli oggetti in vetro di provenienza cinese, in parte senza le etichette, spacciandole per una produzione locale. Una delle due imprese, dotata di una fornace, insieme ai falsi cedeva anche una piccola quantità di merce di propria produzione, rendendo ancora più difficile l’individuazione della frode.

Tutti i prodotti, esposti presso i nove negozi riconducibili alle due società muranesi, sono stati sequestrati come anche quelli trovati nel laboratorio, per un totale di oltre 7,1 milioni di articoli. I due responsabili legali sono stati denunciati e dovranno rispondere anche dell’impiego di 3 lavoratori in nero. Nei confronti di altre due società, importatrici di simili prodotti cinesi, sono in corso ulteriori indagini che hanno già portato alla luce una doppia contabilità attraverso cui occultare le reali cessioni effettuate.

MA&DE il nuovo stile di Linea Light

IL TUO PENSIERO PRENDE FORMA :
la luce in sè è soltanto un concetto : diventa protagonista concreta dello spazio quando la forma e la materia concorrono a renderla unica, oggetto del desiderio capace di accendere i sensi e la mente. Proprio per questo nasce Ma&De (Material & Design), una realtà che intende offrirti valori nuovi, nella sperimentazione di materiali diversi e nello studio di intuizioni già oggi proiettate nel futuro. Finalmente puoi esplorare percorsi creativi differenti, dove le idee diventano l’espressione dei tuoi desideri. Dove la luce è pronta a stupirti con la classe e la personalità che stai cercando.
IL KNOW-HOW CHE LIBERA LA CREATIVITA’ :
MA&DE crea oggetti di luce da vedere e da toccare, con fascino materico reso possibile dal vastissimo know-how di Linea Light. Processi di ricerca consolidati in oltre 25 anni di attività, consentono di sperimentare e modellare all’insegna della totale libertà. Grazie a questa base tecnica tutto diventa possibile. L’utilizzo dui materie pregiate ed inconsuete, dal carbonio alla fibra di vetro sino a svariati metalli, e la realizzazione di finiture accuratissime e particolari. La sperimentazione è condotta non solamente sulle strutture e i materiali, ma sulla luce stessa : le più recenti tecnologie Led consentono di individuare soluzioni avanzate, in una gamma di gradazioni cromatiche e tipologie di illuminazione pensate per ogni esigenza del vivere contemporaneo.
L’IMPRONTA DI UNA PERSONALITA’ DECISA :
MA&DE si affida a un team di giovani designers che hanno già saputo distinguersi e farsi notare per l’originalità del loro pensiero. Dal continuo interscambio di ipotesi ed intuizioni prendono vita nuovi linguaggi estetici, dedicati allo stile di vita che verrà. E’ in questa atmosfera densa di stimoli creativi, supportata da tecniche produttive capaci di tradurre la scintilla progettuale, in oggetto concreto, che MA&DE esprime la propria unicità. MAteriali di alto valore, DEsign di intensa personalità : ecco il binomio che è pronto a trasformare il mondo della luce. Ed a renderlo più tuo.

Da questa filosofia nascono le nuove lampade:
FOLIA – O-LINE – PELOTA – MAMBA – SQUARE – CURVE’ – MY TUBE – MR MAGOO – GISELE – ENTOURAGE – MOSAIKO’ – CUPOLE’ – GLUED