I miti del Design: Ruspa di Gae Aulenti per Martinelli Luce

Quando si parla di miti del design, una delle lampade che tornano subito alla memoria è la lampada da tavolo Ruspa progettata dall’architetto Gae Aulenti nel 1968 per l’azienda Martinelli luce.
Lampada storica, Ruspa e’ realizzata in svariati colori ed è composta da due sfere montate sudi un braccio basculante. La Ruspa di Gae Aulenti e’ una lampada che appartiene di diritto alla massima espressione del design italiano anni sessanta.

Una lampada dal respiro ancora incredibilmente attuale, moderno, un oggetto originale e classico a un tempo.
Una lampada che si fa simbolo della società italiana nella seconda metà del novecento, di quell’Italia che, uscita sconfitta dalla seconda guerra mondiale, si sente pronta a ripartire – grazie anche al supporto americano – e rimboccarsi le maniche.
La Ruspa esprime quell’Italia, fatta di uomini e donne fieri di essere in piena attività, felici e grati della rivoluzione che stava cambiando a poco a poco il loro paese, trasformandolo finalmente in una nazione ricca, fiorente almeno in apparenza, colma di fiducia nel futuro.
La ruspa è un’icona di quella società, ma è anche un’icona di un modo quasi ormai lontano di fare design.
Come racconta lo stesso architetto Gae Aulenti in un’intervista, ella afferma che i designers di oggi tendono a valorizzare solo l’immagine, l’apparenza delle cose, mentre il design e l’architettura devono partire da uno studio serio, approfondito, perchè il loro compito è di non fermarsi alla sola forma ma di coltivare un contenuto proprio a partire dall’essenzialità delle figure.
I designers e gli architetti hanno un compito ben più grande che quello di stupire e colpire l’occhio di guarda: i loro progetti servono per educare.

L’azienda Martinelli Luce

Martinelli Luce rappresenta oltre cinquant’anni di storia dedicati alla produzione di lampade e sistemi di illuminazione.

Gli apparecchi Martinelli Luce sono caratterizzati da un design essenziale e da un’originalità progettuale, elementi che da tre generazioni sono alla base della filosofia dell’azienda.

La Martinelli Luce nasce nel 1950 grazie all’intuizione e alla volontà di Elio Martinelli di voler costruire in proprio gli apparecchi illuminanti da utilizzare negli esercizi commerciali di cui curava la progettazione.
L’azienda nasce in un piccolo negozio del padre situato nel centro storico di Lucca specializzato nella vendita di materiale elettrico per impiantisti.
Con spirito di intraprendenza e di innovazione Elio Martinelli inizia a creare una vasta produzione di lampade per interni, con sempre maggiore attenzione al loro impiego domestico.

È dalla natura e dalla geometria che Elio Martinelli trae ispirazione e crea apparecchi illuminanti funzionali e prodotti con materiali usati secondo le loro caratteristiche intrinseche.

Anno dopo anno la gamma della Martinelli Luce si è arricchita di nuovi apparecchi pur mantenendone un buon numero quale espressione del design italiano degli anni ‘60 e ‘70, così che l’azienda presenti una collezione assai significativa e attuale.

La Martinelli Luce offre oltre alle lampade per la casa, un’ampia gamma di apparecchi tecnici progettati per l’illuminazione di uffici, negozi, cinema, hotel, musei e punti vendita della grande distribuzione, impiegando sorgenti di luce con tecnologia applicata all’ottimizzazione della resa energetica e all’illuminazione degli spazi commerciali.

Emiliana Martinelli che dirige l’azienda da molti anni, affiancata ora dal figlio Marco, prosegue nell’attività di progettazione ispirandosi agli stessi principi del padre, introducendo però nuovi elementi formali e tecnologici che fanno conservare alla Martinelli Luce una posizione significativa tra le industrie del settore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *