Come scegliere i colori della camera da letto

Mentre tutto ritorna alla normalità dopo le vacanze, c’è chi approfitta di qualche giorno libero per sistemare casa, arredarla ex novo oppure dare nuovo volto ad alcuni ambienti.
Oggi parliamo di camere da letto e di come scegliere i colori dell’arredamento della zona notte.

Camera da letto: quali colori scegliere?

La zona notte è una parte fondamentale per la vita in casa e per questo occorre fare molta attenzione all’arredamento di questo ambiente. Si tratta infatti del luogo dove si consumano momenti di relax dopo giornate di lavoro e impegni quotidiani.

A proposito di relax e benessere, sapevate che i colori influenzano tantissimo i nostro stati d’animo? I colori scelti per la nostra casa, sia sotto forma di pittura che di complementi d’arredo, riescono a dare un’atmosfera assolutamente unica e personale ad ogni ambiente.
Come abbiamo già detto, la camera da letto è l’ambiente dedicato al riposo, al raccoglimento e al relax dove possiamo trascorre il nostro tempo in solitudine o con il nostro partner. Va da se che ad influenzare questo momento è anche l’arredamento e i colori delle pareti e dell’arredamento.

Ma quali sono i colori da scegliere per il complementi d’arredo della camera da letto? Vediamoli insieme.

Camera da letto: i colori

Ognuno di noi ha un colore del cuore, quello che alla sola vista ci mette a nostro agio. E’ giusto quindi tenere conto anche dei gusti personali nella scelta del colore dei complementi d’arredo e delle pareti della camera da letto, pur con qualche accorgimento che armonizza la vostra convivenza in questo ambiente.

Ecco i colori che consigliamo per la camera da letto.

Il bianco è in cima alla top list. E’ il colore più comune ma più apprezzato per dare un tocco di freschezza alle pareti e a tutto l’ambiente  che non stanca mai. Luminosità e candore si adattano perfettamente alle camere da letto più piccoline che appunto sono omaggiate da questo colore che gli da un senso di ariosità.

Il verde è il colore ideale per chi è alla ricerca di relax, è appurato infatti che questo colore è in grado di creare un’atmosfera di pace e tranquillità. Il consiglio è quello di giocare su nuance differenti per l’arredamento optando per quelle più chiare per le pareti e dedicare quelle più intense e brillanti ai complementi d’arredo o alle decorazioni. Se preferite invece un colore più delicato, è consigliato il verde salvia.

 

 

Il rosa è il colore romantico per eccellenza ed è molto quotato per l’arredamento delle camere da letto. In questo caso il consiglio è di optare per complementi d’arredo rosa antico e legno per un effetto in stile Shabby Chic.

Il rosso è un colore molto amato dagli amanti del design, tuttavia la scelta di una palette cromatica di questa tonalità può essere un po’ azzardata, tutto sta al perfetto mix and match tra pareti e complementi d’arredo. Se ad esempio optate per delle pareti rosse, i complementi d’arredo dovranno essere di toni neutri dalle nuance delicate. Al contrario invece, potrete sbizzarrirvi con un mobilio rosso che fa da contrasto alle pareti bianche per una camera da letto contemporanea ed energizzante.

Quali sono i vostri colori preferiti?

Illuminare bene gli ambienti di casa

Unire le luci in modo che facciano parte dell’arredamento, non certo considerarle elementi supplementari, aggiunti artificialmente a un assieme già completato, finito, qualunque sia il suo stile.
L’illuminazione deve giocare un ruolo essenziale, dare una luce uniforme e più soffusa nelle camere di passaggio o in quelle personali, più forte nelle camere molto usate, (soprattutto nel soggiorno).
Inoltre piazzare lampade dove possano offrire sorgenti di luce che si aggiungano all’illuminazione dell’ambiente, quando siano utili in alcuni punti dell’ ambiente stesso.
Queste luci devono riuscire a rischiarare perfettamente un’oggetto artistico o a dare tutta la luminosità necessaria alla tavola da pranzo o sul piano di una scrivania, e fornire la luce utile alla lettura, al lavoro a maglia, alla conversazione.
Non occorre quindi una luce particolare per ciascuno di questi casi che abbia sempre una funzione perfetta; deve essere scelta ogni volta per la sua forma estetica e per la sua attitudine a fornire una buona illuminazione per ciascuna particolare funzione.
L’illuminazione dell’ ambiente può essere diretta, per esempio il raggio luminoso cadere quindi dal soffitto, o indiretta, cioè rivolta al soffitto o alle pareti che rifletteranno la luce con maggior dolcezza.

L’illuminazione richiesta si ottiene con diversi tipi di lampadari più o meno funzionali secondo che il loro impiego sia più decorativo o semplicemente tecnico.
Infine, si deve tener presente che la luce, di per sé stessa, è un importante elemento dell’ arredamento, perché si adatta a far risaltare i colori ed i materiali, e che l’illuminazione decorativa si deve considerare un elemento riuscito nell’ arredamento stesso.