Copernico di Artemide ad Euroluce 2011: una lampada già tra le star del design!

Ad Euroluce l’azienda ARTEMIDE sviluppa un percorso di luci e forme in special modo dedicato al tema della scienza: Algoritmo, Tolomeo e Copernico sono solo alcuni dei titoli di collezioni di lampade che mostrano la tendenza di quest’anno.

Oggi ci soffermiamo a descrivere la collezione di lampade Copernico, ideata da Carlotta de Bevilacqua e Paolo Dell’Elce.

Si tratta di una struttura costituita da nove ellissi concentriche e mobili che sono state ricavate da una unica lastra di alluminio anodizzato, tagliato al laser. Le ellissi sostengono un circuito di 384 Led bianchi, e tramite la loro rotazione sui due diversi assi, consentono di orientare la fonte di luce e di rifletterla in differenti rappresentazioni nello spazio circostante.
Basta solo impugnare e muovere fisicamente l’oggetto, che non scotterà grazie alla luce fredda prodotta dai LED, per decidere le sfumature di luce desiderate.
La lampada Copernico sospensione ha vinto il Red Dot Design Award, uno dei più ambiti riconoscimenti nell’ambito del design. Il premio onora il talento dei progettisti e produttori che dal 1955 hanno la possibilità di concorrere, e vengono poi riconosciuti in una cerimonia annuale che si tiene in Germania. I prodotti vincitori vengono infine presentati nel museo del Red Dot a Zollverein, Essen
La lampada Copernico Sospensione è molto particolare: da chiusa, la sua forma diviene completamente piatta. La lampada, in questa postura, indirizza una maggiore illuminazione in un unico punto come un apparecchio tradizionale.

La lampada è segno di una nuova sensibilità verso l’ ambiente e di una ricerca intelligente che l’azienda rivolge alle ultimissime tecnologie di illuminazione: le sorgenti LED consumano infatti pochissima energia elettrica
C’è anche una versione da parete, di forma rettangolare che funziona con la stessa modalità.

In questo caso gli elementi concentrici sono soltanto tre. La superficie è più piccola e tuttavia la lampada è in grado, grazie al medesimo numero di LED inserito, di diffondere una luce profonda e intensa.

Copernico è presente e ammirabile all’interno della collezione di design della Farnesina esposta al Museo dell’Ara Pacis di Roma dal 20 maggio al 3 luglio 2011. Qui, si è deciso di esporre gli elementi più distintivi della creatività e del genio imprenditoriale italiano. La lampada Copernico Sospensione, è stata scelta tra le alte perché frutto di un’attenta sensibilità etica, e mostra la grandezza dell’azienda, pronta a realizzare opere di alto design e valore tecnico, sempre a servizio della persona.

Museo dell’Ara Pacis, Roma – Dal 20 maggio al 3 luglio 2011

Profilo aziendaleIl Gruppo Artemide (azienda certificata ISO 9001 e WMT) è uno dei leader mondiali nel settore dell’illuminazione residenziale e professionale d’alta gamma. Con sede a Pregnana Milanese, il Gruppo Artemide ha un’ampia presenza distributiva internazionale in cui spiccano gli showroom monomarca nelle più importanti città del mondo e gli shop in shop nei più prestigiosi negozi di illuminazione e di arredamento.
Fondata nel 1960, Artemide è uno dei brand di illuminazione tra i più conosciuti al mondo. Nota per la sua filosofia “The Human Light”, Artemide è oggi sinonimo di design, innovazione e Made in Italy.

AD EUROLUCE tra le MERAVIGLIE DI FLOS SPICCA LA CRISALIDE DI WANDERS!!!

Ci sono lavori in corso, allo stand di FLOS! Tra le meravigliose installazioni, mura infrante dalla luce, ed essenziali e preziosi oggetti di design che ordinati sui ripiani sembrano, pur vive, sculture…

Ecco che il nostro sguardo si pone sull’ultima strabiliante creatura del celebre Wanders: Chrysalis!

Chrysalis si può definire un involucro di luce dall’originale bellezza.

La maestosa lampada da terra vede Marcel Wanders confrontarsi con uno tra i materiali più distintivi del marchio Flos: la resina ‘cocoon’.

Grazie alla malleabilità dolce e alla forte resistenza di un siffatto materiale, Wanders riesce a dare una forma naturale e candida alla struttura, che appare simile, a prima vista, ad un classico vaso da fiori o un’anfora dell’antichità.
Basta tuttavia leggere il suo nome, per accorgerci ben presto della fonte d’ispirazione: si tratta di un’enorme crisalide!
Come la crisalide nasconde in sé una prossima farfalla, così anche la lampada da terra del designer olandese cela la luce, quasi a volerla proteggere dall’esterno in vista di una sua mirabolante manifestazione.
Un annuncio di primavera che aprirà le porte alla nuova arrivata, si percepisce tuttavia già dalla meravigliosa proiezione floreale che Chrysalis riflette, tramite una font luminosa ed un ornamento in poliuretano, sul soffitto: l’ombra di un fiore, di una vita che c’è.

Non è un vaso come tutti gli altri, ma un magico contenitore che sollecita ad un’attesa, e che non delude le aspettative: racchiude al suo interno una certa speranza, e l’incantevole motivo decorativo che si sussegue al di sopra, rassicura l’occhio curioso di chi la guarda.

Breve approfondimento sulla tecnica della lavorazione della resina. Già conosciuta negli anni ’60, utilizzata ad esempio dai fratelli Castiglioni anche Wanders ha voluto riproporre l’adozione di questo materiale suggestivo, capace di adattarsi a ogni forma e di resistere al calore perfettamente. Ovviamente in 50 anni la resina ‘cocoon’ pur mantenuta la stessa tipologia di lavorazione è andata migliorandosi, divenendo una materia sempre più morbido e malleabile.
Tramite uno spray, in tre fasi, la resina viene posta sull’impalcatura della lampada. In un secondo momento, il materiale viene ricoperto da una peculiare finitura trasparente, che permette di proteggere e accentuare la sua luminosità. Così facendo, si ottiene che il cocoon sia più facilmente lavorabile e dolce al tatto.

Biografia professionale del designer Marcel Wanders:
sicuramente una celebrità nel mondo del designer, ha colpito nel segno riuscendo, con il suo eclettismo e il suo fare istrionico a divenire una delle colonne portanti del design olandese, dal quale discende. Negli anni ’90 si propone come un’artista alternativo e acquista subito fama con il movimento concettuale Droog Design col quale dà vita nel 1992 la WAACS Design & Consultancy e nel 1995 lo studio Wanders Wonders.
Chiamando a collaborare con sé i migliori designer contemporanei, Wanders fonda in seguito anche Moooi, un marchio di arredamento che cura personalmente divenendone l’ art director.
Intanto la sua carriera prosegue, e Wanders diviene docente, oltre che progettista e interior designer.
Collabora con le aziende più cult del settore, per citarne alcune: Boffi, Cappellini, Flos, Mandarina Duck, Cassina, Magis.
Molte delle sue creazioni sono esposte al MoMa di New York, al Museum of Modern Art di san Francisco, allo Stedelijk Museum di Amsterdam, al Vitra Design Museum in Germania.
Le sue opere spesso provengono da delle visioni di sogno, oniriche, fantastiche, che vengono da lui stesso riassorbite e rese realtà tangibili.

Modaedesign e la Collezione Rifolo di Marchetti: un soffio di emozione!

La collezione Rifolo , firmata Marchetti Illuminazione , presenta un aspetto davvero originale, fragile ed espressivo a un tempo: dei ramoscelli spogli e contorti ospitano al loro termine fiori dalle forme peculiari.

I loro contorni, infatti, non ricordano tanto quelli di una gemma ma piuttosto sembrano tenui e fragili petali bianchi, che, sospesi ai rami in delicato equilibrio, paiono di lì a poco in procinto di volare via, al primo soffio di vento. Se guardiamo al termine col quale l’azienda Marchetti Illuminazione ha voluto chiamare la sua suadente collezione, la parola “Rifolo” in italiano è la forma meno comune di “refolo”, ed indica una improvvisa e lieve “folata di vento” (fonte: Devoto Oli 2010). Il set della Marchetti sembra quasi voler rappresentare proprio quel momento di passaggio, dall’autunno all’inverno, in cui la natura è sul punto di cedere alla nuova stagione, per poi abbandonarsi al meritato riposo. Ed il nostro pur lieve “rifolo”diviene il punto chiave di tale svolta: egli è incisivo al delinearsi della nuova stagione, perché da lui dipende il già predestinato trionfo invernale. Difficile non lasciarsi conquistare da questa malinconica Collezione, il cui successo sta anche nell’emozione che riesce a suscitare. E d’altra parte, per Marchetti ciascuno dei corpi luminosi, è creato per sollecitare in chi li ammiri “una esperienza percettiva a tutto tondo”, “un turbinio di sensazioni molteplici e di contaminazioni capaci a loro volta di stimolare emozioni, quindi vita”.

La collezione Marchetti Illuminazione comprende differenti tipologie di complementi d’arredo, quali lampade da sospensione, parete etc. Potrete trovarli ed acquistarli a un’incredibile offerta sul sito ufficiale di Modaedesign.
Sotto, a voi un breve spunto sul profilo aziendale di Marchetti.

Marchetti Illuminazione: la luce dei sensi.
L’azienda, presente da quasi quarant’anni nel settore dell’illuminazione, offre in tutto il mondo prodotti esclusivamente Made In Italy di certificata qualità. Si legge dal sito ufficiale: “Non è solo una questione di stile. Essere Marchetti Illuminazione ha, per tutti noi, un significato che va oltre”. Tanto che in ciascuno degli elementi firmati Marchetti, si rivela la stessa dose di creatività ed arte evidenti nelle opere realizzate mano. La ricerca formale è operata da un team prestigioso, che si incammina su strade sempre nuove e alternative ponendosi alla sequela del progresso tecnologico. I materiali innovativi sono utilizzati e posti a servizio del prodotto. Il metodo di lavorazione è così preciso e attento che fa del corpo di luce un vero e proprio oggetto di design. La luce diventa dunque un componente d’arredo attuale e nello stesso tempo fedele ai principi tradizionali. L’azienda Marchetti si muove infatti ad uno scopo preciso. Si legge ancora dal sito: “La Marchetti Illuminazione con i suoi prodotti è il punto di riferimento per chi vuol organizzare la casa con oggetti che esprimano la cultura del classico contemporaneo; pensati e costruiti per durare al di sopra delle mode ci regalano atmosfere senza tempo.” (Notizie tratte dal sito ufficiale)