Luci da Bagno: come scegliere quelle giuste

I complementi d’illuminazione sono essenziale all’interno di ogni ambiente domestico per consentire lo svolgimento delle funzioni quotidiane. Se nella zona living, così come nella zona notte possiamo dare estremo sfogo alla creatività non dobbiamo comunque dimenticare mai l’aspetto funzionale dell’illuminazione che diventa importantissimo in alcune zone della casa e in alcuni ambienti come quello del bagno.
A proposito di luci da bagno, tra faretti led e altre proposte, sono tantissime le proposte di complementi d’illuminazione per arredare questa stanza in maniera funzionale e decorativa. Scoprite le soluzioni su Moda e Design.

Luci da bagno: quali scegliere

Le esigenze di ogni persona sono tantissime anche nella stanza da bagno. Intanto è bene ricordare che anche in base al momento della giornata e all’orario possiamo aver bisogno di determinate luci, durante una bella giornata soleggiata non sarà difficile sfruttare le luce esterna.
Il problema sorge invece la mattina, quando raggiungiamo il bagno per prepararci, truccarci e sistemare tutti i dettagli fisici e fisiologici per raggiungere il posto di lavoro o affrontare la giornata.
Tenere conto delle proprie esigenze è importante per la scelta delle luci da bagno. Sicuramente la luce fredda è la soluzione migliore da collocare in bagno, una luce di precisione che aiuta a svegliarci e che ci consente di svolgere tutte le fasi di preparazione.

E’ vero anche che il bagno è la stanza al’interno della quale ci si rilassa con un bel bagno caldo, per questo il nostro consiglio è di scegliere delle luci regolabili che possano creare all’occorrenza un’atmosfera soft.
Una combinazione di differenti luci da bagno si configura come un’ottima soluzione, si può immaginare ad esempio una luce principale al centro della stanza e poi dei faretti a led da accendere all’occorrenza.

Luci da bagno: i faretti a led

Come anticipato, i faretti led rappresentano un’ottima soluzione per l’illuminazione del bagno per diverse motivazioni. L’utilizzo di questi complementi d’illuminazione in una stanza come il bagno è strategico, il posizionamento dei faretti sul soffitto o sulle pareti eliminerà il rischio di farli bagnare durante una doccia o un bagno, cosa che invece potrebbe accadere con le sospensioni.
I faretti a led sono famosi anche per la caratteristica di risparmio energetico, cosa da non sottovalutare visto la preziosità del loro utilizzo.
Un altro vantaggio dei faretti a led è quello dell’emissione di una luce ben definita che consente una illuminazione chiara e ottimale, sempre più comune è la scelta di posizionare i faretti led vicino alla specchio per consentire la facilitazione di attività di routine.

Insomma, anche il bagno vuole la sua parte, più che meritata. Non vi resta che collegarvi al nostro sito web e scoprire tutte le proposte d’illuminazione per il bagno per arredare con stile il vostro ambiente domestico di relax.

 

Stili di vita eco-sostenibili: le lampadine a led

La vera svolta nel campo dell’illuminazione arriva con le lampade a LED, che hanno già raggiunto i 100 lumen/watt ed hanno un’elevata efficienza energetica. Sostituendo alle tradizionali lampadine le lampade a LED, i risparmi in termini economici ed ecologici sarebbero davvero notevoli considerando che il 12,5% del consumo totale di energia è dovuto alla luce.

“Meglio accendere un fiammifero che maledire l’oscurità”

L’evoluzione della lampadina: dalla candela ai LED
Domenica 28 Febbraio 2010 14:49 Antonia Guerra
Da quando al calar del sole cessavano tutte le attività per l’arrivo del buio, fino ad oggi, di passi avanti nel campo dell’illuminazione ne sono stati fatti. Mentre prima, per avere un po’ di luce si contava su una luna piena e luminosa e su qualche candela, oggi troviamo sul mercato lampadine di tutti i tipi.
Ma vediamo di capire quale è stata l’evoluzione che ha portato alle attuali lampadine a risparmio energetico.

GLI ESEMPI PIU’ ANTICHI
Le lampade più antiche sono quelle che funzionavano grazie alla combustione di gas liquidi messi in un recipiente in cui era immersa per metà una miccia (o stoppino) alla cui estremità libera ardeva il liquido assorbito per capillarità. Solo in seguito si sono affermate le lampade a gas.

LA LAMPADINA AD INCANDESCENZA DI EDISON
La prima lampadina ad incandescenza, fu inventata da Edison nel 1882. Il 4 settembre 1882, alle ore 15, Thomas Edison accese le prime lampadine della storia negli uffici del New York Times di Manhattan. I giornalisti, il giorno dopo, descrissero le luci come “tenui, calde, uno spettacolo per gli occhi” e notarono quanto poco calore emettessero rispetto alle vecchie lampade a gas. Già da allora la sfida era quella di sprecare la minima energia possibile sotto forma di calore e lo stesso Edison sosteneva che l’energia termica sprecata con le lampade a incandescenza, fosse solo un quindicesimo di quella sprecata con una lampada a gas. Sebbene innovative, le lampadine a incandescenza di Edison generavano ancora solo 1,4 lumen/watt di energia consumata.

LE MODERNE LAMPADINE A INCANDESCENZA
La sfida dell’efficienza, dopo le lampadine di Edison, è proseguita, e le moderne lampadine a incandescenza sono in grado di trasformare grande parte dell’energia elettrica che assorbono in energia luminosa e forniscono tra i 15 ed i 20 lumen/watt.

LAMPADINE FLUORESCENTI COMPATTE
Sono anche dette CFL e, oltre a durare 4 volte più di quelle a incandescenza, sono anche 4 volte più efficienti.

Così come per l’utlizzo della pelle ecologica, Modaedesign.com, da sempre sensibile alle tematiche ambientali propone una vastissima gamma di bulbi e lampade led ad altissimmo risparmio energetico e a prezzi competitivi.

Modaedesign sostiene il wwf

Illuminazione a LED: 10 motivi per sceglierla

Il (LED) Light Emitting Diode ovvero i diodi ad emissione luminosa, stanno diventando sempre più comuni soprattutto negli ultimi anni da quanto è stata riscoperta la forza commerciale di questo tipo di illuminazione. Particolarmente adatta per dar luce agli interni nelle abitazioni, l’illuminazione a LED è più elevata (ben quattro volte di più) rispetto alle lampade tradizionali e, oltre ad essere molto più affidabile, i costi sono minori se rapportati alla maggiore longevità.

Il LED è un dispositivo semiconduttore che genera luce al passaggio di cariche elettriche attraverso una giunzione in silicio: è un diodo che al raggiungimento della tensione di soglia (generalmente da 3 a 5 V) diventa una sorgente luminosa; la luce emessa dalla giunzione è monocromatica e il colore dipende dal tipo di dosaggio volutamente introdotto nel silicio.

I LED sono ampiamente utilizzati come spie sui dispositivi elettronici e sempre più in applicazioni ad alta potenza, come torce elettriche e illuminazione di interni ed esterni. Il colore della luce emessa dai LED dipende dalla composizione e dalle condizioni del materiale semiconduttore utilizzato, e può essere a infrarossi, visibile o ultravioletta.

Ecco di seguito, in dettaglio, 10 vantaggi dell’illuminazione a LED:

1) Risparmio Energetico, l’illuminazione LED è più efficiente rispetto alle tradizionali lampadine ad incandescenza. 3 Watt LED corrispondono a 20 Watt delle normali lampade. In media i LED durano da 3 a 5 volte di più delle lampade fluorescenti e hanno un’illuminazione 20-30 volte superiore di quelle ad incandescenza;

2) Costi Ridotti, le lampade a LED hanno bassi costi di manutenzione grazie alla loro maggiore affidabilità e così, anche se l’investimento iniziale può sembrare più elevato rispetto ad una normale lampadina, la maggiore durata ne riduce, alla lunga, le spese complessive;

3) Elevata resistenza agli shock, alle vibrazioni, oltre ad essere i LED praticamente impermeabili e resistenti alle temperature estreme (a differenza delle lampade fluorescenti);

4) Accensione istantanea, non serve attendere per avere l’elevata luminosità. E’ possibile l’immediata accensione anche a bassissime temperature, addirittura a -40°. Se non bastasse, i LED sono più piccoli e più compatti, ma forniscono più di luce rispetto a qualsiasi altra fonte;

5) Minimo riscaldamento, infatti i LED producono pochissimo calore;

6) Luce Pulita i LED non emettono raggi UV, dunque risultano più sicuri da maneggiare e da usare. Ideali per i tessuti sensibili o i quadri;

7) Alimentazione a bassissima tensione in corrente continua;

8) Maggiore Durata di funzionamento fino a 50.000 ore;

9) Colori Saturi: i LED sono disponibili in bianco freddo, colori caldi multipli;

10) La tecnologia LED è il futuro dei dispositivi di illuminazione, permetterà di eliminare con il tempo l’inquinamento luminoso essendo il fascio luminoso delle lampade LED direzionale definito, a 90° da 90 lumen/watt (alimentazione a 350mA) questo soprattutto per le illuminazioni delle nostre città.
E allora che aspettate a illuminare la vostra casa e il vostro giardino con i LED?

(nella foto in alto a sinistra il faretto quadrato della linea Zefiro (48 euro)