Poltrona Sacco: l’allegra comodità in casa

Estetica e comfort, funzionalità e allegria, la poltrona sacco rappresenta il perfetto equilibrio di queste caratteristiche che ogni complemento d’arredo dovrebbe avere. Il piacere di godersi gli spazi con spensieratezza e originalità godendo dell’intimità domestica e dell’informalità che questo complemento d’arredo con le sue forme e i suoi colori può donare ad uno spazio. Dovendo descrivere in poche parole una poltrona Sacco potremmo farlo dicendo che si tratta di una vera e propria esperienza di design.

Poltrona Sacco: Allegro relax

Immaginate i momenti di relax, le domeniche in famiglia e i weekend a casa, fatelo pensando alla vostra zona di comfort, cosa meglio di una poltrona sacco, soffice e versatile, può rendere tale un’ambiente?
Negli ultimi anni la scelta di inserire una poltrona sacco all’interno della propria zona living è  stata presa da moltissime persone e così anche il mercato si è evoluto in questa direzione mettendo a disposizione poltrone pouf così diverse tra loro in modo da rispondere alle più diverse richieste dei consumatori.

Piccoli e versatili per chi cerca complementi d’arredo più discreti o che comunque possano arredare spazi più piccoli o extra large per chi non vuole rinunciare al piacere delle grandi coccole, questi pouf sostituiscono in tutto e per tutte le poltrone tradizionali arredando con stile e originalità le zone living.
Oltre ad avere un grande impatto estetico, piacevole alla vista di chi ne usufruisce ma anche degli ospite, il soffice relax che la seduta sa donare conferma che si tratta di un complemento d’arredo di cui non si può fare a meno.
Amatissima anche dai bambini per i loro momenti di riposo, la poltrona pouf è indicata sia per famiglie che per coppie, la funzionalità e l’estetica di questo prodotto conquista proprio tutti.

 

Estetica e comfort della poltrona sacco

Ma come fanno queste poltrone sacco ad essere così comode?
La morbidezza che contraddistingue questa seduta è data da palline di polistirolo espanso che avvolte nel tessuto esterno definiscono in maniera univoca la struttura morbida e malleabile della poltrona che è pronta ad accogliere il corpo delle persone che la usano.
Queste sedute, al contrario di come si pensa, sono facilmente adattabili ad ogni tipo di situazione. occorre soltanto scegliere il colore, il modello e la grandezza che più risponde alle personali esigenze e anche agli spazi della casa. La sua versatilità consente di poterla spostare in qualsiasi momento in ogni parte dell’abitazione.
Per quanto riguarda la pulizia della poltrona sacco, non c’è nulla da temere. Bisogna assolutamente fare attenzione al tessuto scelto ma nella maggior parte dei casi sono tutti lavabili, alcuni modelli sono anche sfoderabili e quindi la pulizia è ancora più facilitata da questa opzione.

Su ModaeDesign.com troverete un’ampissima selezione di poltrone sacco e pouf di qualsiasi colore e dimensione vogliate. Siamo fieri infatti di essere rivenditori ufficiali di Avalon, marchio leader nella vendita e nella produzione di poltrone sacco, divanetti e pouf.

 

Un mito del Design: la poltrona a sacco

Resa celebre da Fracchia di Villaggio la poltrona a sacco oggi viene sovente ed erroneamente “derubiracata” ad arredamento vintage. Nata nel ’68, 2 anni oro sono ha compiuto i suoi primi 40 anni ma non sembra decisa a lasciare la scena confermandosi come oggetto di culto e oggetto fra i piu’ amati dagli acquirenti.

Approdando nel cinema e in televisione e diventando una tipologia inedita nel settore, tanto che dal ’68 esiste un nuovo tipo di sedute: le poltrone “a sacco”.

L’inizio dell’avventura è di quelli che non si dimenticano: è il 1968, arrivano da Zanotta tre giovani architetti: Gatti, Paolini e Teodoro, un trio affiatato. Hanno in mano un’idea: una seduta del tutto nuova, un grande sacco fatto a spicchi di vinile, riempito parzialmente e con giudizio di palline (di polistirene). L’oggetto se lo sono portato appresso. Entra in produzione poco tempo dopo con alcuni perfezionamenti tecnici e garanzie di qualità e finitura. Il nome, Sacco, è lo stesso con cui oggi è venduto. La poltrona di Gatti, Paolini e Teodoro è uno dei casi più significativi di prodotto del design in grado di incarnare un’epoca. E di “contaminare” convenzioni abitative apparentemente molto formali. Sacco è un oggetto docile e servizievole: ci si può stare seduti, sdraiati, rannicchiati o come più vi piace. Può servire a posarci varie cose, proprio come un tavolino; disteso è qualcosa di molto vicino ad un tappeto.

Ma non è affatto proibito inventarsi altri usi. I bambini invece non la usano: ci giocano (qualche volta anche gli adulti).

La poltrona a sacco è un vero è proprio oggetto “addomesticato”. Attenzione però! Ha uno svantaggio: se vi ci abituate, finirete per essere molto esigenti verso gli altri oggetti che usate.

(nella foto la mitica “Zanotta” di Fracchia)

Prodotti che potrebbero interessarti:
Poltrona Sacco
Poltrona Sacco in Ecopelle